Elenco blog personale

mercoledì 20 settembre 2017

Musica e libri.

Ciao a tutti amici lettori, come state?
Ho riflettuto molto per scegliere un cantante e alla fine ho deciso di citare un gruppo italiano, li chiamano i “tenorini” e ce li invidia praticamente mezzo mondo...avete già capito di chi parlo?

Ma del Volo, ovviamente, Piero, Gianluca e Ignazio, tre ragazzi splendidi con voci che emozionano e fanno venire la pelle d'oca, persino a chi non è amante del genere.
Curiosi di vedere quali canzoni ho scelto e quali libri?
Allora...
Buona lettura.


Musica e libri.



1) L'amore si muove/Bianca come il latte rossa come il sangue


Sia la canzone che il libro parlano di amore, o meglio dell'evoluzione di questo profondo sentimento che, a volte, parte dall'amicizia in tenera età e sfocia nella passione e nell'amore con il tempo e la crescita.
In fondo l'amicizia è una sorta di amore no?

2) Tornerà l'amore/ Ho bisogno di te
 

Si parla sempre di amore, ma questa volta della perdita dell'amore ma anche del suo ritorno.
Tornerà l'amore è una bellissima canzone sulla speranza, perché l'amore torna sempre, anche dopo le peggiori delusioni ed è proprio quello che succede alla protagonista di Ho bisogno di te. Più azzeccato di così non si può!

3) Il tuo sguardo manca/ Per sempre


Ascolto spesso questa canzone che mi fa tanto pensare alle persone care che ho perso, così l'ho affiancato al libro della Tamaro Per sempre, la storia, il diario, di un uomo rimasto solo che si è isolato dal mondo e vive dei ricordi perduti, rivivendo tutte le emozioni e i momenti vissuti con la moglie defunta.

4) Grande amore/ I passi dell'amore


Non posso proprio non citare almeno uno dei libri di Nicholas Sparks quindi cito questo drammatico che mi ha strappato il cuoricino...
Un grande amore così non si è visto mai, se conoscete il libro o il film sapete di cosa parlo.

5) Per te ci sarò/ Tre settimane, un mondo


E rieccoci con Sparks...ma la canzone è chiaramente un messaggio di fiducia, di lealtà, di stima anche e mi ha fatto pensare ad un rapporto fraterno, una promessa, la più bella di tutte: Io per te ci sarò, sempre!
Bellissima non trovate?
E proprio in Tre settimane, un mondo si parla del rapporto tra i fratelli Sparks.
Come colonna sonora è perfetta.

Bene amici, spero che le mie scelte sia musicali che libresche vi siano piaciute.
Ci leggiamo domani con un nuovo post.
Bacioni dalla vostra Cry.


martedì 19 settembre 2017

Liebster award 2017.

Ciao a tutti amici lettori, come state?
Avevo già partecipato al Liebster Award 2017, un riconoscimento a catena per dare maggiore visibilità ai blog con meno di 200 follower, ma partecipo molto volentieri dato che sono stata nominata da altri due blogger che ringrazio infinitamente :)
Rispondo quindi alle domande che mi hanno posto.
Buona lettura.

1. Copertina rigida o flessibile?
Mi piacciono molto le copertine rigide ma penso che le flessibili siano molto più semplici da maneggiare.

2. Leggete solo in italiano o anche in altre lingue?
Per carità, solo in italiano, non ho le competenze giuste per leggere in altre lingue nonostante capisca sia l'inglese che il francese a livelli scolastici.

3. Un libro che avete comprato o che vi hanno regalato non appartenente al genere che leggete di solito, ma che vi è piaciuto moltissimo.
9000 giorni e una sola notte si presenta come una raccolta di lettere ed è ambientata nel passato quindi come genere non è decisamente il mio ma, leggendolo me ne sono proprio innamorata, tanto da diventare uno dei miei libri preferiti e di cui , prima o poi vorrei recuperarne una copia da tenere nella mia libreria.

4. Tra quelli che avete letto, qual è il libro con la copertina più bella?
Come faccio a scegliere tra i libri che ho letto dai 9 anni fino ad ora???
è impossibile scegliere per cui mi limito a scegliere la copertina di uno dei libri che ho letto dall'inizio dell'anno fino ad oggi.
La saga del Dominio- Le lame di Myra di Licia Troisi. Mi sono innamorata di questa copertina ed è una delle più belle della mia intera libreria.

5. Il libro più commovente che abbiate mai letto.
Anche qui sono tantissimi quelli che potrei citare ma alla fine ho scelto Il bambino con la fionda, un libro a tema nazismo che mi ha commossa come pochi altri.

6. Avete mai letto dei retelling di fiabe più o meno famose? Se sì, qual è il vostro preferito?
Mi è capitato di leggere vari retelling di fiabe più o meno famose ma quello che ho preferito è Once upon a zombie-Il colore della paura dove le nostre principesse sono...intraprendenti zombie, si è proprio nel mio stile, lo so.

7. Una serie che avete abbandonato prima dell'ultimo volume.
Non ho mai abbandonato nemmeno una serie, mi sono presa lunghissime pause tra un volume e l'altro ma generalmente non ne ho mai mollato nemmeno una.
Nonostante questo penso che smetterò di leggere la Secret series che parla di Ella e Micha e di cui sono usciti un sacco di volumi che mi hanno decisamente fatto perdere la voglia di continuarla.

8. Qual è l'ultimo libro che avete comprato?
Anna vestita di sangue proprio un giorno fa, Halloween si avvicina ed io voglio assolutamente fare letture adeguate.

9. Acquistate più in libreria o online?
Quasi sempre in libreria.

10. Preferite i libri ambientati nel passato, nel presente o nel futuro?
Quelli contemporanei mi piacciono di più, anche se ultimamente ho preso a leggerne anche ambientati nel passato. Sinceramente quelli ambientati nel futuro non mi attirano molto.

11. Qual è il libro più costoso e il più economico che avete acquistato?
Ho trovate degli e-book gratis mentre per quanto riguarda il più costoso direi che al massimo sono arrivata a spendere 30 € per un libro ma mai di più.

Passiamo alle prossime 11 domande.

1. Se potessi scegliere un personaggio a cui rubare il ruolo chi sarebbe?
Non ho dubbi, sostituirei Hermione Granger, voglio essere io la fanciulla beata tra i miei due maghetti preferiti...largo Hermione, arriva Cry! ;)

2. Il luogo dove più preferisci leggere?
Il letto, oppure il dondolo.

3. Se ti proponessero di scrivere un libro di che genere sarebbe?
Horror! Ho già scritto varie storie di questo genere e non disdegno l'idea di scrivere un libro prima o poi.

4. Preferisci i libri scritti in prima o in terza persona? Perché?
In terza persona, riesco di più ad immedesimarmi in uno spettatore della storia rispetto a quando leggo un libro in prima persona.

5. Scrittore/Scrittrice che ammiri per la sua genialità?
Stephen King, Licia Troisi e J.K.Rowling, sono tre geni a mio parere e li ammiro con tutto il cuore.

6. Personaggio femminile preferito?
Dubhe e Myra entrambe protagoniste di due saghe della Troisi.
Sono due guerriere con le palle proprio come piace a me!

7. Personaggio maschile preferito?
Ron Weasley e Tegan, uno esce da Harry Potter e l'altro da La stirpe di mezzanotte.
Uno è un mago pasticcione e l'altro è un vampiro/guerriero dal fascino letale e selvaggio.

8. Il personaggio secondario, generalmente ignorato da tutti, ma che tu hai apprezzato?
Jacob Black di Twilight, non rinnego mai i miei amori adolescenziali, ma ammetto che ho spesso colpi di fulmine per il personaggio che non si fila nessuno nei libri.

9. Da quale città/luogo del mondo ti faresti ispirare per la stesura di un eventuale libro/racconto?
Mmm qui andiamo sul difficile nel senso che non ho mai pensato ad un luogo in particolare ma se dovessi scegliere ambienterei la mia storia o in Canada o in una città inventata da me magari abitata da creature magiche.

10. Cosa ti ha spinto ad avvicinarti alla lettura?
Sono sempre vissuta in mezzo ai libri e alla musica per cui penso che fosse una cosa inevitabile adorarli entrambi ma penso di dover dire grazie a Topolino, il famoso fumetto che la mia nonna mi comprò, settimana dopo settimana, per tutta la mia infanzia.

11. Il libro da cui hai estrapolato le più belle citazioni?
Ce ne sono davvero troppi che potrei citare ma quelle da cui ne ho tratte di più sono: Melody, Sette minuti dopo la mezzanotte e Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore.
Oltre che da Le pagine della nostra vita.

Bene amici lettori, questo era il Liebster Award 2017.
Ci leggiamo domani con un nuovissimo post.
Bacioni dalla Cry.

lunedì 18 settembre 2017

Recensione e-book Shep sogna una casa + Le porte della morte

Risultati immagini per shep vuole una casaTitolo: Shep sogna una casa
Autore: Jason Matthews
Formato: e-book
Genere: favola
Pagine: 6
Casa editrice:
Voto: 6


Recensione:

Non è semplice fare una recensione su un libro, o meglio, una storia, così breve per cui la faccio passare come recensione anche se è più un pensiero brevissimo.
Si presenta come una favola della buonanotte da leggere ai bambini ed è davvero dolcissima!
Va beh che sono di parte, visto il mio amore per i cani, ma Shep, il testone (come viene chiamato dall'autore) vi conquisterà con la sua bontà ed il suo cuore grande.
Se poi leggete anche la brevissima biografia dell'autore vi si stringerà il cuore ancor di più perché Shep è reale ed è stato salvato da un destino crudele proprio da quest'uomo.
Insomma, se cercate una favoletta carina e dolce da leggere ai vostri bambini o fratellini, questa è quella che fa al caso vostro, ve la caverete in 10 minuti netti, anche meno.



Risultati immagini per le porte della morteTitolo: Le porte della morte
Autore: Arthur B. Waltermine
Formato: e-book
Genere: Horror/sovrannaturale
Pagine: 23
Casa editrice:
Voto: 8

Recensione:

Sapete quanto io ami il genere Horror e il sovrannaturale, i fantasmi poi sono la mia passione più grande, quindi non potevo non innamorarmi di queste breve e-book.
Quando l'ho scaricato non ero molto convinta, lo ammetto, la cover non mi piaceva affatto ma il titolo e la trama mi ispiravano, così alla fine l'ho letto...e ho fatto bene!
Mi dispiace soltanto che sia davvero breve, avrei preferito avesse almeno un centinaio di pagine per entrare meglio nella storia.
Nonostante questo devo ammettere che già alla prima riga sono stata completamente catturata dalla situazione, dalla mia stessa immaginazione che l'autore è stato in grado di solleticare e risollevare in tutta la sua complessa e impressionabile fantasia dark.
Il parlare di morti e dell'aldilà in generale mi ha sempre entusiasmato (non prendetemi per pazza ma amo il brivido, non ci posso fare nulla!), adoro proprio quel senso di inquietudine che mi opprime il cuore e sentire la tensione nei muscoli mentre mi immedesimo con i personaggi, tanto da riuscire a provare la loro stessa paura.
Sono una drogata dell'horror!
Sicuramente questo e-book entrerà nella lista dei miei consigli per Halloween :)
Mi ha fatto pensare molto all'aldilà e al fatto che, anche da morti, la nostra anima rimanga in qualche modo sulla terra, accanto alle persone che abbiamo amato in vita.
O almeno questo mi piace pensare da buona amante del paranormale.

Davvero un'ottima lettura che farete in brevissimo tempo.

domenica 17 settembre 2017

Segnalazione La guerra dei lupi e Io ti vedo.

Ciao a tutti amici lettori, oggi voglio segnalarvi due uscite librose davvero interessanti: La guerra dei lupi e Io ti vedo.
Ecco a voi tutte le informazioni necessarie:

La guerra dei lupi.


Titolo libro: LA GUERRA DEI LUPI
Saga: ULFHEDNAR WAR
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Edizioni Il Ciliegio
Genere: fantasy contemporaneo
Formato: cartaceo
Pagine: 412
Prezzo: 19,50 euro
Data di uscita: 8 giugno 2017

Trama:
Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di
Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.
«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»
Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

Estratto:
«A nessun uomo dovrebbe essere concesso di vivere così a lungo, di non provare la malattia né la vecchiaia, di pretendere di essere un Dio. È la brevità, assieme all’impossibilità di averne una seconda, ciò che rende la vita un bene prezioso, degna di essere vissuta in ogni attimo. Se invece la morte diventa uno spauracchio per bambini e l’esistenza infinita, allora non è più vita. È banalità. È immeritata sopravvivenza. È trascinarsi di giorno in giorno senza sapere perché». (Johanna)

Link acquisto:
Amazon: https://www.amazon.it/dp/8867714104/
Ibs: https://www.ibs.it/ulfhednar-war-guerra-dei-lupi-libro-alessio-del-debbio/e/9788867714100
Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/ulfhednar-war-guerra-lupi-debbio/libro/9788867714100
La Feltrinelli: http://www.lafeltrinelli.it/libri/alessio-debbio/ulfhednar-war-guerra-lupi/9788867714100

Biografia autore:
Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.

Contatti autore:
Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”: https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/
Blog “i mondi fantastici”: www.imondifantastici.blogspot.it


Io ti vedo.


Autore:

Sara Wood è nata a Roma ma ha vissuto per diversi anni sia al sud che nel nord d’Italia. Ha anche vissuto in diverse città del nord Europa, negli Stati Uniti e nel Medio Oriente, dove ha scritto il suo secondo romanzo basandosi, in parte, su eventi realmente accaduti. Al momento vive a Londra, dove lavora come ingegnere civile, ma viaggia spesso in Italia e Danimarca.

Sara Wood – Chi sono

Sono un cervello in fuga. Sono emigrata dall’Italia circa 10 anni fa. Il lavoro ce l’avevo ma mi sentivo in gabbia e quello che facevo era lontano anni luce da quello che potevo e volevo fare. Il prima distacco dall’Italia è stato traumatico e la ripresa molto faticosa. Ma dopo il primo salto “nel vuoto”, i successivi sono stati più semplici. Ci si abitua a fare le valigie, dire addio al proprio appartamento, la città, gli amici, gli hobby e ricominciare da zero in un’altra nazione, un altro clima, un altro ambiente. L’abitudine non è una soluzione, ma a volte è l’unica arma che abbiamo per sopravvivere.
Ho abitato in Danimarca, poi Medio Oriente, Stati Uniti ora Inghilterra. Essere un cervello in fuga vuol dire essere un nomade, uno straniero perenne.,.un albero senza radici.

Autore: Sara Wood
Titolo: Io Ti Vedo
Editore: Leone Editore
Anno pubblicazione:2017
Pag:300
Genere:NarrativaIl libro è formato cartaceo (ancora no su kindle) e costa 11 euro su amazon e 12.90 sul sito dell’Editore.

Alcuni link utili incluso il book trailer:

Trama:
Laura e Nicholas si sono separati dopo una breve ma intensa relazione  a Copenaghen. Lei è una giovane italiana laureata in ingegneria e adesso vive a Doha, in Qatar, dove sempre più sola si dedica intensamente al lavoro. Lui, invece, si è trasferito a Hong Kong e, oppresso dai rimorsi per il modo in cui si è lasciato con Laura, parte alla ricerca della ragazza. Attraverso il diario della sua ex fidanzata, Nicholas riuscirà a ricomporne l’esistenza: la vita da expat, i pregiudizi verso una donna in carriera, la solitudine e la depressione, gli sport estremi, l’amore per la natura, il contrasto tra le diverse culture.

Sinossi:
Prendi una valigia da ventitré chili e mettici tutta la tua vita dentro. Seleziona bene cosa è importante e cosa no. Porta solo ciò che è strettamente utile: il computer, i vestiti e tutti quei documenti che servono a provare che esisti; perché andrai in una nazione dove, della tua esistenza, non importa niente a nessuno. I ricordi e il tuo passato li devi lasciare indietro. Di tanto in tanto ti sarà permesso di tornare a visitarli, ma solo per qualche giorno nei weekend liberi. Al massimo porta qualche foto, per non dimenticare chi sei. Ricorda che la valigia la dovrai trascinare per molti anni da un posto all’altro, quindi deve essere leggera. Per un po’ di tempo non avrai una dimora fissa, la dovrai cercare di continuo e, se sei poco fortunato, dovrai cambiare nazione un paio di volte.”


Cosi’ inizia il libro “Io ti Vedo”, libro che racconta la vita dei cervelli in fuga, di chi lascia il proprio paese cercando il lavoro dei suoi sogni in un altro...ma non sempre ci riesce.
Laura e Nicholas si sono separati dopo una breve relazione a Copenaghen. Lei è una giovane italiana laureata in ingegneria che non trovando lavoro in Italia è partita per l'estero. Adesso vive a Doha, in Qatar, dove sempre più sola si dedica intensamente al lavoro. Lui, invece, si è trasferito a Hong Kong e, oppresso dai rimorsi per il modo in cui si è lasciato con Laura, parte alla ricerca della ragazza.
Capitolo dopo capitolo Nicholas riuscirà a ricomporne l’esistenza: la solitudine e il bullismo durante l’adolescenza (medie e superiori), la vita da expat, i pregiudizi e la discriminazione verso una donna che vuole fare carriera, la discriminazione razziale, il contrasto tra le diverse culture.
Fino all'inaspettato incontro finale...

Personaggi principali:

La protagonista principale è Laura. A raccontare di lei, nella prima parte del racconto, è Nic, che ripercorre le tappe della loro storia. Nella seconda parte a parlare è Laura, che rivela a Nic il suo passato difficile. Chiusa e introversa, discriminata per il suo aspetto gracile, Laura ha trascorso l'infanzia e l’adolescenza scappando dai suoi coetanei. Cresce imparando a non aver bisogno degli altri dedicando il suo tempo libero agli sport estremi (kitesurf, arrampicata sportiva, paracadutismo etc). Dotata di uno straordinario senso pratico e spirito di iniziativa, una volta adulta diventa una donna forte e determinata, capace di lavorare in un ambiente prettamente maschile. Ma dietro la facciata della donna indipendente e insensibile si nasconde ancora la ragazzina sensibile della gioventù, bisognosa di affetto e comprensione.
Nicholas (Nic) nasce e cresce in Danimarca. Reduce anche lui da un’infanzia difficile è però molto estroverso. Pigro e abitudinario trascorre le giornate al computer tra videogiochi e hacking senza veri crucci o aspettative nella vita. Mai uscito dalla Danimarca, vive nella comodità offerta dal suo paese, ignaro delle difficoltà incontrate dai giovani che vivono oltre confine e che decidono di emigrare.




Ci leggiamo domani amici! Bacioni

sabato 16 settembre 2017

Versus

Ciao lettori, come state? Spero tutto bene.
Oggi voglio parlare un po' con voi di due creature della mia amata J.K. Rowling: Harry Potter e Animali fantastici e dove trovarli, uscito di recente.
Buona lettura.

Harry Potter Vs Animali fantastici e dove trovarli

La Rowling è una delle autrici fantasy più amate al mondo ed io, ovviamente, sono tra la schiera dei suoi fans sfegatati.
Così, unendo il mio amore per le sue opere e il bisogno di argomenti attuali di cui parlare, ho pensato di mettere a confronto due colossi usciti dalla sua mente eccelsa, uno famosissimo e l'altro che piano piano ha conquistato i cuori degli amanti delle creature magiche.
Capisco che sia difficile mettere a confronto Harry Potter, che è davvero una delle serie più famose al mondo e che conta seguaci in ogni angolo, perfino in paradiso e all'inferno, con Animali fantastici ma penso sia comunque fattibile...voi che dite?
Analizziamo nel dettaglio i due film/libri.
In Harry Potter vi è un protagonista degno di nota, il cui passato è oscuro e il futuro ancora peggio.
Harry lo conosciamo che è un bambino alle prese con il suo lato magico, in un mondo che di magico non ha nulla, maltrattato da due zii degeneri e un cugino davvero antipatico e orfano di genitori.
Newt invece è un adulto ben conscio del mondo magico, appassionato di creature magiche.
Harry sicuramente ne esce meglio nel confronto, è il predestinato, colui che sconfiggerà l'Oscuro oppure perirà nel tentativo, insomma un ruolo di tutto rispetto che prospetta grandi aspettative e grandi sfide per il giovane mago.
Newt invece non è ne un potente mago ne ha poi quel gran ruolo di eroe della situazione, nonostante ciò in lui si riscontra una grande sensibilità, una goffaggine e un'aria da tontolone che mi ha subito fatto provare una forte simpatia nei suoi confronti.
Harry ha un gran numero di amici a partire da Ron e Hermione, passando per Hagrid e finendo con Silente, una squadra vincente insomma.
Sapete che adoro Ron, il pasticcione della situazione che trovo molto simile a Jacob Kowalski sia per l'atteggiamento che per il suo lato pauroso.
Newt ha accanto a sé personaggi davvero singolari come Jacob e le due donne (di cui non ricordo il nome!!!) che purtroppo non mi hanno conquistata come i due personaggi maschili, ma deve essere un problema mio visto che non riesco quasi mai a farmi piacere le femminucce...
L'unica cosa che ho trovato più o meno simile è l'ambientazione (escludendo Hogwarts e parlando solo del mondo non magico) che mi ha un po' riportata al primo film La pietra filosofale quando si descrive la vita di Harry prima di Hogwarts.
Mi piace moltissimo.
Sui cattivi invece dovrei aprire un dibattito, ma si può anche solo paragonare il fascino di Voldemort con l'insensatezza dell'altro cattivo??? insomma si poteva decisamente fare di meglio a parer mio e qui Animali fantastici perde alla grande.
La serie di Harry è in cima alla mia classifica personale di libri che ho amato e che probabilmente amerò per sempre, con essa ho imparato ad amare il fantasy, la magia, i maghi e il mondo di Hogwarts in generale, ho imparato ad aprire le porte della mia più folle immaginazione, non posso certo mettere a confronto le emozioni che mi ha regalato Harry Potter con quelle che ho provato guardando il film Animali fantastici.
È tutta un'altra storia.
Nonostante questo ho amato moltissimo le creature di quest'ultimo ed il legame che unisce Newt ad esse.
Mi ha fatto pensare al mio stesso amore per gli animali e a quanto desidero proteggerli tutti, nessuno escluso.
Il mio amore estremo va al piccolo e birichino Snaso e al dolcissimo e simpatico STECCHINO che mi ha rubato il cuore.
I film di Harry sono molto simili ad Animali fantastici, o almeno la parte che riguarda gli effetti speciali e le scene dove si combattere a suon di incantesimi, bacchette luminose alzate e sguardi concentrati, bellissimo davvero!
Mi ha sempre entusiasmato vedere scontri all'ultimo incantesimo.

Tirando le somme, sebbene abbia apprezzato molto Animali fantastici e dove trovarli, sebbene Newt sia un protagonista goffo e dolcissimo che mi ha conquistata e Jacob mi abbia strappato più di un sorriso, sebbene la storia sia ben costruita ed interessante, sebbene abbia amato la bellezza e la singolarità delle creature magiche, non posso dimenticarmi di quanto sia bello e straordinario ed emozionante e un capolavoro Harry Potter.
Cari amici lettori, Harry Potter, Hogwarts e il mondo dei maghi vince alla stragrande su ogni rivale, non c'è storia.
Ora non resta che aspettare e vedere cosa la nostra adorata Rowling tirerà fuori dal cilindro la prossima volta.
Voi che dite?

Bene amici lettori, voi cosa ne pensate?
Tifate per Harry o per Animali fantastici? Fatemi sapere qui sotto nei commenti.
Bacioni dalla vostra Cry.